Cosa non copre l’assicurazione

La copertura non è operante in alcuni casi

Sono esclusi dalla copertura assicurativa i viaggi a scopo di lavoro o di studio. Sono inoltre esclusi dalla copertura assicurativa i seguenti eventi:

  • casi noti o prevedibili prima della stipula della polizza;
  • stato di guerra, dichiarata o non dichiarata, guerra civile, insurrezioni a carattere generale, salvo quanto espressamente indicato all’articolo “Rischio guerra” del Capitolo “Estensioni di copertura” nelle Condizioni di Assicurazione;
  • atti di terrorismo in genere, compreso l’utilizzo di ogni tipo di ordigno nucleare o chimico;
  • radiazioni ionizzanti o contaminazione radioattiva sviluppata da combustibili nucleari, o derivanti da fenomeni di trasmutazione del nucleo dell’atomo o da proprietà radioattive, tossiche, esplosive, o da altre caratteristiche pericolose di apparecchiature nucleari e sue componenti;
  • trombe d’aria, uragani, terremoti, eruzioni vulcaniche, inondazioni, alluvioni, esplosioni nucleari e altri sconvolgimenti della natura;
  • inquinamento dell’aria, dell’acqua, del suolo, del sottosuolo, o altri danni ambientali;
  • scioperi, tumulti, sommosse civili, agitazioni di lavoratori;
  • patologie riconducibili ad epidemie aventi caratteristica di pandemia, dichiarate dall’ OMS, di gravità e virulenza tale da richiedere misure restrittive al fine di ridurre il rischio di trasmissione alla popolazione civile;
  • malattie pregresse o preesistenti antecedenti l’inizio del viaggio e già note all’assicurato alla data di stipulazione della polizza;
  • quarantene;
  • atti di temerarietà;
  • viaggi effettuati in tutto o in parte verso, attraverso o nei Paesi e territori “sanzionati” ai sensi dell’articolo “Esclusioni comuni a tutte le garanzie e prestazioni” del Capitolo “NORME COMUNI”. La lista completa al momento dell’entrata in vigore della presente polizza è: Iran, Siria, Corea del Nord, Sudan del Nord, Cuba e Crimea.
  • viaggi intrapresi verso un territorio in cui, al momento della data di inizio del viaggio (indicata nel Certificato di Assicurazione), sia operativo un divieto o una limitazione (anche temporaneo) emesso da un’Autorità pubblica competente;
  • viaggi estremi in zone remote raggiungibili solo con l’utilizzo di mezzi speciali;
  • viaggi intrapresi allo scopo di sottoporsi a trattamenti medico/chirurgici;
  • cause o eventi non oggettivamente documentabili;
  • atti illegali o contravvenzione a norme o proibizioni di qualsiasi governo posti in essere dall’assicurato;
  • guida non autorizzata o senza adeguata licenza di guida di veicoli a motore;
  • guida di veicoli per i quali è necessaria una patente di categoria superiore alla B e di natanti a motore;
  • pratica di sport aerei, sport pericolosi o estremi, qualsiasi sport esercitato professionalmente o che, comunque, comporti remunerazione diretta o indiretta;
  • partecipazione a competizioni sportive e relative prove, salvo che le stesse abbiano carattere ricreativo;
  • le conseguenze dell'abuso di alcolici o di psicofarmaci, dall’uso di stupefacenti, allucinogeni;
  • sinistri occorsi durante attività lavorative;
  • negazione di visti consolari;
  • dolo o colpa dell’assicurato;
  • suicidio tentato o consumato;
  • attività che implicano l’utilizzo di esplosivi e/o armi da fuoco;
  • eventi non occorsi durante il viaggio.

Per l’elenco completo delle esclusioni e delimitazioni, si faccia riferimento alle “Condizioni di Assicurazione”

Chubb European Group Limited è una società del gruppo Chubb Limited, società americana quotata al NYSE. Di conseguenza, Chubb European Group Limited è soggetta a determinate normative e regolamenti statunitensi in aggiunta a quelli nazionali, dell’Unione Europea o delle Nazioni Unite.

Chubb non sarà tenuta a prestare copertura né sarà obbligata a pagare alcun indennizzo e/o risarcimento né a riconoscere alcun beneficio in virtù della presente polizza qualora la prestazione di tale copertura, il pagamento di tale indennizzo e/o risarcimento o il riconoscimento di tale beneficio esponesse Chubb a sanzioni, divieti o restrizioni previsti da risoluzioni delle Nazioni Unite o a sanzioni commerciali ed economiche previste da leggi o disposizioni dell'Unione Europea e dei singoli Paesi che ne fanno parte, degli Stati Uniti d'America o da convenzioni internazionali.

Precedente